Riprendere il filo che tesse la nostra storia di donne, ci permette di mettere in     luce tante Arti antiche di lavorazioni muliebri talvolta ancora nascoste nei bauli, nella mente e nelle mani delle nostre nonne.

Ai primi del Novecento queste lavorazioni davano alle donne reddito e ruolo economico all'interno delle famiglie, accrescendo così la propria autostima, fondamentale strumento per rivendicazioni  di parità.

Tessere, filare, ricamare sono sinonimi di relazioni, scambi e unione globale poichè portatori di messaggi compresi da tutti i popoli della terra.

L'Associazione UNITI DA UN FILO di Spoleto (Pg) si propone di unire tante       mani operose di donne, di qualsiasi Nazione ed Etnia al fine di attivare scambi culturali e di saperi.